Itinerario Salerno 3


VillaComunale – Palazzo della Provincia – Duomo – Cripta – Palazzo Arcivescovile – Tempio di Pomona – Castel Terracena – Museo Archeologico Provinciale – Piazza Portanova

Lunghezza 4,2km – Difficoltà  Medio – Tempo (circa 3,5 ore)


salerno_3

L’itinerario parte dalla Villa Comunale per poi proseguire su via Roma, rinomata strada della movida salernitana.

Arrivati sotto la possente mole del Palazzo della Provincia, che affaccia sul lungomare, percorriamo via Duomo, alla fine della quale si erge la maestosa Cattedrale di San Matteo, capolavoro dell’arte romanica.

La Cattedrale fu costruita in soli nove anni, per volere di Roberto il Guiscardo, conquistatore normanno.

Una visita all’interno della Cattedrale con la sua bellissima Cripta, il suo suggestivo quadriportico d’obbligo.

Usciti sul fianco laterale della Cattedrale prospiciente il Palazzo Arcivescovile, che ingloba i resti dell’antico Tempio di Pomona e procedendo su via Roberto il Guiscardo, si giunge a Castel Terracena, in via San Michele, la presunta residenza di Roberto il Guiscardo e di sua moglie, la Principessa Sichelgaita.

Per visitare ciò che resta della grandiosa reggia, occorre superare un arco che conduce in una corte interna, dove si possono ancora osservare alcuni resti della decorazione dell’antico complesso.

Poco più avanti dell’ingresso di Castel Terracena, su via San Benedetto, di fronte alla suggestiva chiesa benedettina di San Benedetto, si affaccia il Museo Archeologico Provinciale, un tempo dimora della Regina Margherita di Durazzo.

All’interno della struttura, si possono ammirare numerosi reperti archeologici, rinvenuti nella provincia di Salerno, tra cui si annovera la bellissima testa bronzea del Dio Apollo.

Proseguendo per Via San Benedetto e superata via Porta Elina, si giunge a Piazza Portanova, simbolico confine tra la città antica e quella moderna.

villa_comunale   palazzo_arcivescovile tempio-pomonaportanovacriptaduomopalazzo-provincia